Con un semplice gesto puoi dare forza al nostro impegno quotidiano verso i nostri Ospiti.
 

NUCLEI SPECIALISTICI PER DEMENZE


“Le persone con demenza stanno compiendo un viaggio importante, dalla conoscenza allo spirito, passando attraverso l’emozione”

(C. Bryden 2005)

 

 

La presenza di un malato con demenza in una famiglia segna e modifica profondamente anche la qualità della vita dei suoi componenti.


Spesso la famiglia rimane, nonostante la presenza dei servizi sanitari e sociali, la principale risorsa assistenziale del malato, soprattutto nelle prime fasi della malattia.


Con deliberazione del Direttore Generale n. 627 del 20/08/2019, l’ATS di Bergamo ha proceduto al riconoscimento di nuovi posti in Nuclei Alzheimer derivanti dalla conversione di posti ordinari, già accreditati e a contratto in RSA (ex D.G.R. n. XI/1046 del 17/12/2018 e Decreto Direzione generale Welfare n. 4059 del 26/03/2019).

La nostra struttura ha ottenuto l’accreditamento di n. 19 posti letto, costituendo così un Nucleo Specialistico al 4°B in aggiunta a quello già presente al Nucleo 4°A.


I due "Nuclei specialistici 4° A e 4° B" della RSA “Casa della Serenità” sono unità speciale di cura, che possono ospitare fino a 39 pazienti in stanze doppie, dedicata alle persone con demenza di diversa origine associata a disturbi comportamentali rilevanti. Le caratteristiche di questi pazienti rendono necessaria una cura centrata sulla persona al fine di comprendere la prospettiva dell’individuo malato, rispettarlo e valorizzarlo, elaborare un piano di cura individualizzato e permettergli di vivere il più possibile un’esperienza di benessere. I Nuclei specialistici sono reparti che dispongono di personale in continua formazione, specificatamente per la gestione dei disturbi comportamentali tramite terapie non farmacologiche, quali stimoli multisensoriali adeguati alle capacità cognitiva e funzionale dell’ospite.


Molto importante per le persone affette da demenza è l’ambiente, che deve essere adeguato ai loro ricordi permettendo loro di “sentirsi a casa” in uno spazio gradevole e confortevole.

 


All’interno dei Nuclei, la gestione dei disturbi comportamentali dell’ospite avviene attraverso l’attuazione di varie strategie, con lo scopo di attenuare o deviare il momento di difficoltà:


- Bagno Snoezelen: stanza attrezzata per creare un ambiente gradevole e avvolgente, dove le modalità distensive favoriscono il rilassamento e il benessere degli ospiti utilizzando sollecitazioni visive, uditive, tattili e olfattive presenti negli ausili della vasca;


- Stanza multisensoriale Snoezelen: ambiente che utilizza, nelle persone con gravi disabilità intellettive, una tecnica di comunicazione non verbale per favorire il rilassamento, ridurre disturbi comportamentali e aumentare quelli positivi, migliorare il tono dell’umore e facilitare l’interazione e la comunicazione; in questa stanza vengono forniti stimoli attraverso il mobile multisensoriale e materiale adeguato, (effetti luminosi, colori, suoni, musiche, profumi ecc.) che l’operatore utilizza, mirando a risvegliare i cinque sensi in maniera adeguata, creando così un contatto con il mondo interno dell’ospite e portandolo ad una migliore qualità di vita;


- Percorso sensoriale: L’ospite può uscire nella terrazza attrezzata di doppio percorso, uno spazio tranquillo e sicuro, dove si favorisce il benessere anche attraverso stimoli olfattivi e tattili.

 


 

Il modello di cura


Il modello assistenziale adottato tiene conto dell’unicità della persona affetta da demenza, con una presa in carico di tutte le figure professionali.

 

Riconoscendo che la demenza richiede dei bisogni speciali, a cui vanno date risposte adeguate, è stato scelto un modello di cura centrata sulla persona o PCC (Person Centred Care) dello psicogerontologo, Tom Kitwood, al fine di comprendere la prospettiva di vita della persona con demenza, rispettandola e valorizzandola, elaborando un piano di cura individualizzato, permettendogli di vivere il più possibile un’esperienza di benessere.

 

La relazione che viene creata con la persona, ha come cardine centrale l’empatia, quindi l’obiettivo è quello di creare un contesto nel quale la persona si senta compresa, sostenuta e non giudicata.

Joomla BJ Metis template by ByJoomla.com